Novara, soffoca nel sonno il figlio disabile e poi tenta il suicidio

Quando accadono eventi simili non c'è nulla da dire ...o commentare...riceviamo ed inoltriamo la notizia....

 

 

di Erica Di Blasi

 

 

Ha ucciso il figlio disabile poi ha cercato di togliersi la vita. È accaduto nella notte a Vespolate, in provincia di Novara. Pietro Spina, 54 anni, è ricoverato all'ospedale Maggiore: è grave ma non è in pericolo di vita.

 

Dopo aver ucciso il figlio soffocandolo nel sonno, il padre ha cercato di uccidersi a sua volta con il gas, ma non c'è riuscito. Oltre ai medici del 118, sul posto sono intervenuti i militari dell'Arma, che hanno sequestrato la zona e iniziato i rilievi per capire la dinamica del delitto. Non è infatti stato ancora possibile parlare con il padre, viste le sue condizioni gravissime. La vittima ha 24 anni: durante la settimana il ragazzo, affetto da autismo, era affidato a una struttura della provincia e tornava a casa dal padre solo per alcuni giorni. La madre era morta un anno e mezzo fa per un tumore.
Sull'omicidio indagano i carabinieri di Novara.

Da allora il padre viveva da solo nell’appartamento di corso Garibaldi. Il dramma sembra scaturito dalla paura dell'uomo per il futuro: temeva infatti che una volta mancato lui