Le sette dimensioni dell'Analisi del Comportamento


Le sette dimensioni di analisi comportamentale applicata sono stati introdotti da Baer, Wolf, e Risley nel loro articolo "alcune dimensioni attuali dell' Applied Behavior Analysis", pubblicato nel numero inaugurale del Journal of Applied Behavior Analysis (Spring, 1968). Queste dimensioni descrivono le caratteristiche fondamentali di ogni buon intervento applicato, distinguendo accuratamente l'applicazione di analisi sperimentale o concettuale di comportamento. Queste dimensioni possono anche essere utilizzati per guidare le analisi formative di trattamenti comportamentali applicate. Cioè, i trattamenti che non dispongono di tutte le sette dimensioni sono incomplete e potenzialmente compromessa in efficacia. Tutti i riferimenti di pagina sono per l'articolo originale:

Baer, ​​D.M., Lupo, M.M., e Risley, T.R. (1968). Alcuni attuali dimensioni di analisi del comportamento applicata. Journal of Applied Behavior Analysis, 1, 91-9 che potete leggere qui in allegato

 

 

 

 

Versione riepilogata 


Applicata: Applicazione degli  interventi per risolvere i problemi di dimostrata rilevanza sociale.


Comportamentali: Applicazione degli  interventi che  trattano il comportamento misurabile (o report se possono essere convalidati).


Analitici: Applicazione degli  interventi che  richiedono una dimostrazione oggettiva delle  procedure causato dall'effetto.


Tecnologici: Applicazione degli  interventi che  sono descritti abbastanza bene da poter essere implementati da chiunque con formazione e risorse.


Sistemi concettuali:  Gli  interventi applicati nascono da una base teorico specifico e identificabile piuttosto che essere un insieme di pacchetti o trucchi.


Efficaci: Applicazione di  interventi che producono forti, effetti socialmente rilevanti.


Generalità: Applicazione di  interventi che  sono stati progettati fin dall'inizio per operare in ambienti nuovi e continuare dopo i trattamenti formali quando sono finiti.

 

 

Versione dettagliata
(Citazioni dal testo originale dell'articolo)

 


Applicato: L'etichetta applicata non è determinata dalle procedure di ricerca utilizzate, ma l'interesse che la società mostra nei problemi in fase di studio. In applicazione del comportamento, il comportamento, stimoli, e / o organismo in fase di studio sono scelti per la loro importanza per l'uomo e la società, piuttosto che la loro importanza per la teoria. (p. 92)


Comportamentale: Il comportamentismo e pragmatismo spesso sembrano andare di pari passo. La ricerca applicata è eminentemente pragmatico; si chiede come sia possibile ottenere un individuo a fare qualcosa di efficace. Così di solito studia quali argomenti può essere portato a fare piuttosto che ciò che essi possono essere portati da dire; a meno che, naturalmente, una risposta verbale è il comportamento di interesse. Di conseguenza descrizione verbale di un soggetto del proprio comportamento non verbale di solito non sarebbe accettato come misura del suo comportamento effettivo se non fosse motivata in modo indipendente. (p. 92).

 


Analitica: L'analisi di un comportamento, come il termine è usato qui, richiede una dimostrazione credibile degli eventi che possono essere responsabili per il verificarsi o non verificarsi di tale comportamento. Uno sperimentatore ha raggiunto l'analisi di un comportamento quando può esercitare il controllo su di essi. Per gli standard di laboratorio comuni, che ha significato una capacità di sperimentatore di trasformare il comportamento on e off, o su e giù,  (pp. 93-94)

 


Tecnologico: "tecnologica" qui significa semplicemente che le tecniche che compongono una determinata applicazione comportamentale sono completamente identificati e descritti. In questo senso, "terapia del gioco" non è una descrizione tecnologica, né "rinforzo sociale". Ai fini dell'applicazione, tutti gli ingredienti salienti della terapia del gioco devono essere descritti come una serie di contingenze tra risposta infantile, la risposta terapeuta, e materiali di gioco, prima che una dichiarazione di tecnica è stato affrontato. Allo stesso modo, tutti gli ingredienti di rinforzo sociale devono essere specificati (stimoli, contingenza, e il calendario) per qualificarsi come un procedimento tecnologico .... La migliore regola empirica per valutare una descrizione procedura tecnologica è probabilmente chiedere se un lettore  potrebbe replicare che la procedura abbastanza bene per produrre gli stessi risultati, solo dato una lettura della descrizione. Questo è lo stesso criterio applicato alle descrizioni delle procedure in materia di ricerca non applicata, naturalmente. (p. 95) 


Sistemi concettuali: Il campo di analisi del comportamento applicata sarà probabilmente avanzare meglio se le descrizioni pubblicate delle sue procedure non sono solo appunto tecnologiche , ma si sforzano anche di rilevanza per principio. Per descrivere esattamente come un insegnante di scuola materna sarà presente quando un bambino si arrampica in palestra provocando uno spavento per la stessa  è buona descrizione tecnologica; ma a seguito di chiamarlo con  una procedura rinforzo sociale si riferisce a concetti di base di sviluppo comportamentale. Allo stesso modo, per descrivere l'esatta sequenza di cambiamenti di colore in cui un bambino viene messo alla scelta o richiesto  ; facciamo riferimento anche al "fading" o "discriminazione senza errori" è meglio. In entrambi i casi, la descrizione totale è sufficiente per la replica e il successo del lettore; e si vede anche il lettore come con  procedure analoghe possono essere derivate dai principi di base. Questo può avere l'effetto di rendere un corpo di tecnologia in una disciplina piuttosto che un insieme di trucchi. Collezioni di trucchi storicamente sono stati difficili per espandere sistematicamente, e quando erano ampie, difficili
per imparare e insegnare. (p. 96).

 


Efficace: Se l'applicazione di tecniche comportamentali non produce grandi effetti a sufficienza per un valore pratico, quindi applicazione non è riuscita. La ricerca non applicata spesso può essere estremamente utile quando produce effetti piccoli ma affidabili, dal fatto che questi effetti testimoniano il funzionamento di una variabile che di per sé ha grande importanza teorica. In applicazione, l'importanza teorica di una variabile di solito non è in discussione. La sua importanza pratica, in particolare il suo potere nel modificare il comportamento abbastanza per essere socialmente importante, è il criterio essenziale. (p.96)


Generalità: un cambiamento comportamentale può essere detto di avere la generalità se si  dimostra durevole nel tempo, se appare in una vasta gamma di possibili ambienti, o se si diffonde a una vasta gamma di comportamenti correlati. Pertanto, il miglioramento di articolazione in un ambiente clinica dimostrerà di avere generalità se dura nel futuro, dopo le visite cliniche . (p. 96).

Le sette dimensioni dell'ABA
jaba00083-0089 (1).pdf [1.05 MB]
Download