Deroga obbligata all’iscrizione alla scuola primaria se l’alunno disabile non è pronto

di Lucrezia Di Dio

 

La deroga all’iscrizione alla scuola primaria è d’obbligo se il minore con handicap non ha raggiunto i requisiti necessari alla prima elementare.

E’ possibile, anzi obbligatoria, procrastinare l’iscrizione del minore con handicap alla scuola primaria se lo stesso non ha raggiunto i prerequisiti per l’inserimento per accedere alla prima elementare.
La deroga non può essere rifiutata dall’USR se la richiesta è accompagnata da una certificazione medico specialistica. A stabilirlo la sentenza del Tar di Catania numero 2473 del 2016.

La sentenza segue all’istanza presentata dai genitori di un bambino di 6 anni affetto da handicap che avevano richiesto una deroga per l’iscrizione alla scuola primaria, la richiesta era accompagnata dalla necessaria certificazione medica e degli specialisti che seguivano il bambino. Nonostante l’approvazione da parte del dirigente scolastico, l’USR aveva respinto la richiesta costringendo, a questo punto, i genitori a rivolgersi al Tar.
I giudici del Tar hanno accolto la richiesta dei genitori in base alla nota del MIUR 547 del 2014 nella quale si chiarisce che “che il dirigente scolastico, sentito il team dei docenti, può decidere di fare permanere gli alunni con particolari esigenze di salute nella scuola dell’infanzia per il tempo strettamente necessario all’acquisizione dei prerequisiti per la scuola primaria, e comunque non superiore ad un anno scolastico”

 

Fonte: orizzontescuola.it